Disbrigo pratiche burocratiche

Ogni informazione per il disbrigo delle pratiche a 
Reggio Calabria

La morte di una persona cara comporta lo svolgimento di alcune pratiche necessarie che purtroppo non possono essere trascurate.
Fratelli Martino Croce del Sud è a vostra disposizione a Reggio Calabria per qualunque informazione vi occorra, e di seguito vi espone le incombenze da compiere e come il peronale della ditta le porterà a termine.
Per aiutarvi al meglio in questa difficile circostanza, cerchiamo di riassumere e indicare la strada più semplice.

Denuncia di morte in casa

Nel caso il decesso avvenga presso la vostra abitazione privata, il nostro personale contatterà il medico curante per l'accertamento delle cause della morte e la compilazione del certificato ISTAT.
In seguito, la nostra ditta contatterà il medico necroscopo incaricato dalla ASL, che non prima che siano trascorse 15 ore dal decesso, ma non oltre le 30 dallo stesso, accerterà la morte e preparerà l'apposito certificato.
Un nostro collaboratore si recherà entro le 24 ore presso l'Ufficio dello Stato Civile in Comune per denunciare la morte e consegnare i certificati menzionati in precedenza.

Denuncia di morte in ospedale o in casa di cura

Qualora il decesso fosse avvenuto in un ospedale o in una casa di cura, la struttura stessa provvede ad approntare le certificazioni, che saranno consegnate in Comune da un nostro collaboratore.

Decesso all'estero

In caso di decesso avvenuto all'estero, i familiari o un nostro collaboratore dovrà comunicarlo immediatamente al Consolato Generale o all'Ambasciata Italiana, così da poter ottenere il nulla osta per il rimpatrio della salma. Per trascrivere in Italia la morte di un cittadino italiano avvenuta all'estero occorre l'atto di morte emesso dall'Ufficio di Stato Civile competente, certificato conforme all'originale e tradotto, oltre alla documentazione che comprovi la cittadinanza del defunto, a meno che questi non fosse iscritto nello schedario consolare.

Decessi improvvisi

In caso di morte violenta, improvvisa o in luoghi pubblici o in caso di decesso di persone che vivono sole e non assistite è necessario chiamare il 113 e avvisare l'Autorità Giudiziaria, che procederà agli accertamenti e darà disposizioni per la rimozione della salma tramite la nostra ditta. In alcune circostanze, come gli incidenti stradali, il corpo viene trasferito in obitorio per attendere le disposizioni del magistrato, che potrebbe richiederne l'autopsia, che invece non è necessaria in caso il medico curante confermi le cause naturali del decesso e non siano apposti vincoli dall'Autorità Giudiziaria.

Dichiarazione di successione

In seguito alla morte di una persona, il fisco deve essere informato del passaggio del patrimonio agli eredi.
Entro un anno dalla morte deve essere registrata la dichiarazione di successione all'Agenzia delle Entrane, pena l'applicazione di sanzioni.

Dichiarazione per la variazione IMU

Qualora l'eredità comprenda degli immobili non è necessario inviare al Comune una dichiarazione IMU relativa alle variazioni, purché venga registrata presso l'Agenzia delle Entrate la dichiarazione di successione. In caso del decesso del titolare di un immobile è invece necessario avvisare il Comune della modifica del soggetto passivo d'imposta TARSU/TARES, ovvero gli eredi subentranti. 

Denuncia per la variazione del Canone RAI

Al momento del decesso di un abbonato RAI, l'erede non titolare deve richiedere l'intestazione a proprio nome del canone, inviando una raccomandata a:
 Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino, Ufficio Territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T., Casella postale 22 – 10121 Torino (To) In questo modo l'erede potrà beneficiare del periodo per il quale il canone era già stato pagato. In attesa dell'aggiornamento dell'intestazione, il rinnovo deve essere effettuato con preavviso di rinnovo o tramite un bollettino recante la vecchia intestazione.
Qualora invece l'erede fosse già titolare di un canone, allora deve essere richiesto l'annullamento di quello intestato al defunto, sempre inviando una raccomandata all'indirizzo menzionato, citando la data e il luogo del decesso dell'intestatario. Eventuali arretrati nei pagamenti sono a carico dell'erede.

Contattateci per qualunque chiarimento

Share by: